Palermo, 2 Ottobre 2018

Bike Tour 2018 – Palermo

Delegazione FFC di Palermo e Trapani

CHI LA ORGANIZZA

2 Ottobre 2018
6 Ottobre 2018

QUANDO

Palermo

DOVE

Bike Tour 2018 – Palermo

Le strade della Sicilia hanno accolto la settima edizione del Bike Tour, la corsa a tappe guidata dal presidente FFC Matteo Marzotto, che in compagnia degli amici e campioni delle due ruote Mario Cipollini, Max Lelli, Iader Fabbri e Fabrizio Macchi ha pedalato per 4 giorni per tenere alta l’attenzione sulla fibrosi cistica.

L’organizzazione era partita ancora a fine maggio. Tutto era pronto nel segno dell’esuberanza e dell’ospitalità siciliana per accogliere Matteo Marzotto e il gruppo di inseparabili amici delle due ruote: Max Lelli, Fabrizio Macchi, Iader Fabbri, il nuovo arrivato e attesissimo Mario Cipollini, e il giovane testimonial FFC Edoardo Hensemberger. Il tempo si è trasformato in più di un’occasione nel peggiore guastafeste, rompendo i piani e costringendo ciclisti e volontari a improvvisare soluzioni di emergenza. Le intemperie non hanno però potuto raffreddare il desiderio di stare insieme, condividere l’obiettivo di spingere la ricerca sempre più in là e vincere la fibrosi cistica.

Il Bike Tour è partito da Balestrate, in una piazza vestita a festa e invasa di bambini e ragazzi dalla prima elementare alla terza media, che Mario Cipollini, come i fotografi e i giornalisti presenti, non esitano a riprendere. Emiliano Lo Monaco e Stefania Costagliola, responsabili della Delegazione di Palermo, collaborano con le scuole grazie a un progetto di sensibilizzazione, che portano avanti da anni, vitale per fare conoscere la fibrosi cistica, crescere persone consapevoli della malattia e predisposte al dono.

Il Bike Tour si è concluso dov’era partito, a Palermo. Ha fatto tappa anche alla Tecnimpianti, azienda metalmeccanica di Termini Imerese, che si è trasformata per dare il benvenuto al Bike Tour. L’amministratore delegato, Pippo Cracolici, ha pensato proprio a tutto. Racconta Stefania Costagliola: «per ingentilire l’ambiente erano stati disposti tantissimi ciclamini. Niente era stato lasciato al caso, dal cocktail alla cura con cui erano stati preparati gli spazi di accoglienza. Abbiamo cercato di coordinare i volontari, trovare sostenitori e coinvolgere la ricerca». Poi presso l’Università degli Studi di Palermo, con la collaborazione della prof. Laura Lentini, è stato organizzato un incontro di natura scientifica, coinvolgendo i direttori di dipartimento e i rappresentati del Centro FC di Palermo, con la dottoressa Mirella Collura e il suo staff.
«Durante l’organizzazione di questo Bike Tour – prosegue Stefania – ci ha colpito molto la morte di Mattea. La partecipazione in prima linea di tutta la sua famiglia alle nostre iniziative per me è stato il regalo più bello. Continuare a credere nella Ricerca dopo una perdita, sostenerci, ci dà la forza per andare avanti».
Infine l’ultima serata di gala e una grande donazione per la Ricerca da parte della Delegazione. Il testimonial FFC Edoardo ritira simbolicamente l’assegno, per sé e per tutti i ragazzi che come lui attendono una cura. «Siamo stati baciati dal sole – conclude Stefania Costagliola. L’unica Delegazione che ha avuto il colpo di fortuna. Appena sono andati via da Balestrate il tempo è cambiato e si è scatenato l’inferno».