Delegazione FFC di Avellino

SCOPRI DI PIÙ
Vanda Dello Russo
Responsabile della delegazione
Vanda Dello Russo

Avellino

«Quando nel 2001 nacque la mia nipotina con fibrosi cistica mi venne il desiderio d’impegnarmi in prima persona per la ricerca. Cercando in Internet, arrivai alla Fondazione; chiamai in sede e chiesi di spedirmi del materiale informativo. Sul mio territorio non erano presenti gruppi di volontari», racconta Vanda.

Presto scoprì la difficoltà di trovare persone che collaborassero, anche soltanto saltuariamente, anche fra quelle coinvolte dalla malattia, soprattutto tra quanti vivono il problema quotidianamente Vanda percepisce un certo atteggiamento di sufficienza, come se «il tributo pagato materialmente ogni giorno alla malattia non fosse già abbastanza».

Ad ogni modo, a distanza di oltre dieci anni, la gente ha iniziato a conoscerla e va fiera dei tre progetti di ricerca ad oggi adottati. «Si riesce a fare abbastanza – dice. Qui l’approccio è fiduciario. Il mio obiettivo è quello di sconfiggere la fibrosi cistica e ho la speranza e la convinzione che si possa fare. Credere in qualcosa la rende realizzabile. L’esperienza mi ha insegnato che se ho un’idea, e non riesco a trovare motivazioni per cui qualcuno potrebbe dirmi che è sbagliata, allora provo a concretizzarla».

Darsi da fare ha aiutato Vanda a gestire la malattia della nipote e a non sentirsi impotente rispetto all’impossibilità attuale di guarirla. I ricercatori lavorano ogni giorno per trovare una soluzione definitiva, ma hanno bisogno del contributo di tutti per essere messi nelle condizioni di riuscirci.

Progetto adottato: FFC#4/2011

Ruolo della compartimentazione e dell'attività del sistema AMPc/PKA nella regolazione dell'espressione funzionale di CFTR.
100%

20.000 €

Raccolto finora

20.000 €

Totale da raggiungere

Seguici sui nostri social